Uranio sulle Orobie - La storia dell’uranio di val Vedello e dintorni

di Camillo Mario Pessina

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Side-track: Val Vedello e dintorni. Un pò di geologia.Ultime osservazioni e commenti 2017

Side-track 2018

 

Side-track 2018

Val Vedello e dintorni. Un pò di geologia.

Ultime osservazioni e commenti

 

Premessa

Questo capitolo è dedicata agli "addetti ai lavori" cioè a tutte quelle persone che si occupano di Geologia e vogliono approfondire le tematiche geologiche e strutturali della valle di Vedello e aree vicine. Ovviamente anche a tutti coloro che ne fossero interessati!


Cambiare idea 2018

Nella convinzione che nessuna idea è giusta o sbagliata perché lo dice qualcuno -me compreso-, ho sempre cercato di ragionare con la mia testa e di mettermi continuamente in discussione.

La mia interpretazione geologica complessiva della val Vedello e delle aree limitrofe - se in passato poteva ragionevolmente soddisfarmi - la modellizzazione del limite geologico-copertura vulcanoclastica e basamento metamorfico mi ha sempre lasciato dei dubbi a causa delle contrastanti giaciture tra le due formazioni vulcanoclastiche presenti (Gruppo dei Laghi Gemelli) .

A onor del vero debbo dire di avere intuito con difficoltà, la marcata “unconformity” che esiste tra le due formazioni che compongono il Gruppo dei Laghi Gemelli (Vulcanite del Monte Cabianca e Formazione del Pizzo del Diavolo) - almeno in questa area valtellinese- a causa dell’assenza di evidenti segni di alterazione tra le due superfici di contatto formazionale, l’apparente continuità tra le due formazioni permiane e la massività della sequenza immediatamente a tetto della Formazione Vulcanite del Monte Cabianca.

Condizione geologica questa che sino ad ora nessuno ha segnalato, neppure nel recente foglio geologico Sondrio (056).

Grazie a riesami geologici fatti  nel settembre 2013, nell’anfiteatro del laghetto di Zocco (sx orografica della valle di Vedello) dove la stratigrafia delle sequenze poste al di sopra il basamento metamorfico  è didattica, confrontata con la documentazione fotografica personale fatta a suo tempo sia in superficie come in sottosuolo, propongo una revisione parziale del modello geologico da me precedentemente descritto.

27.10.2018